Bilancio Casa Don Puglisi 2020

Il Bilancio Sociale racconta l’attività 2020 con uno sguardo ai suoi trent’anni di storia “Siamo una famiglia”

La redazione è frutto di un processo di condivisione tra direttivo, equipe degli operatori e collaboratori volontari impegnati nei vari servizi della nostra Casa, realizzato attraverso una raccolta dei dati e una condivisione dei contenuti.

Il Bilancio Sociale 2020 è rivolto a tutti coloro che operano con noi, dalle amministrazioni pubbliche ai privati, dai distretti ai fruitori, dal territorio alle comunità locali, condividendo la nostra responsabilità sociale.

Il Bilancio Sociale è strutturato in 5 sezioni, che mettono in evidenza le nostre linee strategiche.

• UNA ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO
• PROMOTORI DI BENESSERE SUL TERRITORIO
• UNA RISPOSTA AI BISOGNI DI DONNE E BAMBINI
• ATTENTI AL VALORE DELLE RISORSE UMANE
• ATTENTI ALLA TRASPARENZA DELLE ENTRATE E DELLE USCITE

Dal 2005 la nostra Cooperativa opera per un’economia civile e solidale nel nome di Don Puglisi

Il Bilancio Sociale 2020 è stato redatto per condividere con la comunità gli esiti delle attività della nostra cooperativa, facendo chiarezza sulla sua struttura ed amministrazione e mettendo in rilievo l’importanza delle persone che operano per l’ente e il loro lavoro.

Il documento è stato prodotto con maturazioni avvenute a più livelli, coinvolgendo tutti i lavoratori e soci volontari nell’ascolto e facendo sintesi nel consiglio direttivo.

Il Bilancio Sociale vuole dare una panoramica esaustiva ed organica di ogni aspetto della nostra cooperativa ed è organizzato secondo queste sezioni:

  • Informazioni generali sull’ente
  • Struttura, governo e amministrazione
  • Persone che operano per l’ente
  • Obiettivi e attività
  • Situazione economico-finanziaria
  • Informazioni su rigenerazione asset comunitari
  • Altre informazioni non finanziarie
Casa Don Pino Puglisi

Da Don Puglisi apprendiamo anche, e soprattutto, la sorgente dell’impegno a stare accanto con fedeltà. Vogliamo sempre tenere viva la sua scelta della non violenza, sigillata nel perdonare al prossimo, che lo ricorda ancora per il suo sorriso.

Condividono la nostra iniziativa